CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sent. 23/10/2014, n. 5244;

Appalti, Tutte le News Commenti disabilitati

Con riferimento ai requisiti necessari per fare luogo all’avvalimento, è indispensabile la specificazione delle risorse e dei mezzi aziendali messi a diposizione dell’impresa concorrente, al fine di rendere concreto e verificabile dalla stazione appaltante il “prestito” di un mero valore astratto. Al di fuori dei casi di avvalimento infragruppo, la concretizzazione deve avvenire attraverso l’assunzione da parte dell’ausiliaria, tanto nei confronti della concorrente quanto nei confronti della stazione appaltante, dell’obbligo di mettere a disposizione le proprie risorse e il proprio apparato organizzativo, in tutte le parti che giustificano l’attribuzione del requisito di capacità oggetto di avvalimento.
Questa esigenza è funzionale a consentire all’amministrazione di verificare che la sinergia aziendale realizzata con l’avvalimento sia effettiva ed idonea a consentire la regolare esecuzione del contratto d’appalto e non già limitata ad un mero impegno cartolare che, in alcuni casi, potrebbe essere preordinato ad eludere le norme generali o di lex specialis sui requisiti di partecipazione a procedure di affidamento di appalti pubblici.

Comments are closed.